【Martedì Musicale #50】 MOTHER 3

Alla fine ci siamo.

L’ultimo Martedì Musicale.

È stato un viaggio lungo e uno dei motivi che mi ha spinto ad aprire questo blog, ma penso che chiudere con il cinquantesimo appuntamento sia un buon modo per liberarmi dalla maledizione del Martedì portare una ventata d’aria fresca. Post più corti, più ragionati e più informativi. Ma non volevo chiudere tutto senza parlare di uno dei miei videogiochi preferiti: MOTHER 3.
Sono costretta a fare spoiler quindi fatevi un favore e giocateci prima di leggere il post.

maxresdefault

Continua a leggere

【Martedì Musicale #49】 EarthBound

È arrivato il momento di parlare di EarthBound, ovvero il sequel di MOTHER, ovvero l’unico gioco della saga uscito originariamente anche in Occidente (anche se solo negli Stati Uniti). In questo articolo c’è un singolo spoiler che potrei considerare rilevante (anche se EarthBound è un’esperienza più divertente quando non si sa proprio nulla di nulla) e riguarda un’antagonista principale perché viene fatto il suo nome verso le ultime tracce. Uomo avvisato mezzo salvato.

k34ivu3rk93rmju5soog

Dalla grafica, all’audio, all’atmosfera, tutto di EarthBound è atipico

Continua a leggere

【Martedì Musicale #48】 MOTHER

Questo martedì si comincia a parlare di una delle mie saghe videoludiche preferite: quella di MOTHER.

Il primo MOTHER esce su Famicom e viene dapprima tradotto (testimone la ROM) per uscire in America su NES per poi non venire più rilasciato, lasciando spazio solamente al sequel per Super Nintendo. Noto anche come EarthBound Zero (relativo alla traduzione del titolo del sequel ufficialmente rilasciato in Occidente), vede finalmente una release ufficiale nel 2015 su Virtual Console del Wii U, sotto il nome di EarthBound Beginnings.

mother

Continua a leggere

【Martedì Musicale #46】 Eternal Sonata

Corsa contro il tempo, perché mi piace vivere pericolosamente.

A richiesta de Il Mio Amico Maru™, oggi parliamo in breve di Eternal Sonata, un RPG per XBox 360 (per i poracci come me che si giocano la versione beta) e Play Station 3 (per chi si vuole godere il gioco completo di tutti gli extra) in cui viviamo le ultime ore di vita di Frédéric François Chopin prendendo parte al suo sogno in punto di morte. A quanto pare a Chopin in quest’universo piace un sacco il fantasy, perché questo sogno è palesemente un JRPG con in mezzo tutte cose che hanno avuto importanza nella sua vita: la giovane Polka che rappresenta sua sorella malata, l’intraprendente Allegretto come l’incarnazione del suo desiderio di combattere per la propria patria… e riferimenti musicali a destra e a manca, ovviamente.

Eternal Sonata

In immagine il Principe Crescendo, che nella versione per XBox 360 a cui ho giocato non fa assolutamente niente se non farsi intortare ma io sono biased e lo metto lo stesso

Continua a leggere

【Martedì Musicale #45】 Read Only Memories

Qualche giorno fa ho avuto la gioia di finire un gioco che mi è stato regalato intorno alla fine dell’anno scorso su Steam: Read Only Memories. I motivi del regalo erano essenzialmente tre:

  1. È un’avventura grafica vecchio stampo cyberpunk
  2. La musica si basa in gran parte sul chip audio del SEGA CD
  3. C’è un robot carino

Sopratutto il terzo.

La trama è riassumibile in:

È l’anno 2064 e siamo a Neo-San Francisco, nel futuro cyberpunk che tutti sogniamo ma che nessuno di noi avrà. Vestiamo i panni di un giornalista squattrinato le cui più grandi preoccupazioni sono arrivare a fine mese e sperare che il suo padrone di casa si decida a mandare qualcuno per aggiustargli il lavandino prima che ivi cresca La Vita. Oh, e sperare che il suo portatile di sette anni prima continui a sopravvivere per permettergli di scrivere articoli.
La sua vita cambia radicalmente una mattina, quando si ritrova in casa un robottino adorabile che si presenta come Turing, il primo robot senziente, e chiede aiuto per ritrovare il suo padrone, Hayden, vecchio amico del protagonista e scomparso misteriosamente la sera prima dopo un’irruzione nel suo appartamento.
Nottetempo, Turing ne approfitta anche per cercare di ripulire dal malware il PC del protagonista e finisce per friggerne la CPU.

Rimasti senza altra scelta, non ci resta che aiutare Turing a ritrovare Hayden e capire chi o cosa vuole farlo fuori e perché.

Potrei parlare un bel po’ di ROM. Al di là della musica, ha una gran bella ambientazione, uno charme irresistibile e un cast talmente vario da accontentare praticamente tutti, senza però cadere in un banale “ci abbiamo messo tutte le minoranze che ci sono venute in testa e poi ci siamo dimenticati di scrivere la trama, però guardate c’è un trans POC su sedia a rotelle!!! Game of the Year”. È quel tipo di giochi che mi fa star bene sapere che esistono.

E poi è pieno di robottini carini.

midboss_banner_rom

Lexi Rivers, la conveniente amica poliziotta del protagonista, insieme al tenerissimo Turing

Continua a leggere

【Martedì Musicale #44】 Pokémon Trading Card Game

Potrei parlare di tanti giochi, il Martedì. Potrei parlare di Kirby. Potrei parlare di Shin Megami Tensei. Potrei parlare ancora di Mega Man, perché non si parla mai abbastanza di Mega Man.

E invece parlo di Pokémon Trading Card Game su Game Boy Color, gioco con una colonna sonora modesta ma che adoro e di cui parlo con tanto affetto.

412px-Mark

Trovare artwork del gioco a parte i design dei personaggi è un’impresa…

Continua a leggere